Lo scrittore Pajtim Statovci candidato a due premi letterari

“Le Transizioni”, il secondo romanzo dello scrittore albanese Pajtim Statovci, è stato inserito tra i candidati di due premi letterari rispettivamente in Italia e nel Regno Unito.

Il libro, infatti, è in lizza per il “Premio Salerno Libro d’Europa” e per il premio “Oxford-Weidenfeld Translation”. L’annuncio è arrivato direttamente dallo stesso Statovci nel pomeriggio di oggi, attraverso un post sui profili social:

Ho delle novità! Sono entusiasta nell’annunciarvi che ‘Crossing’ (in italiano “Le Transizioni”) è stato nominato per due differenti premi letterari. In Italia, il libro è uno dei tre finalisti per il Premio Salerno Libro d’Europa mentre nel Regno Unito è tra i finalisti dell’Oxford-Weidenfeld Translation Prize. Un enorme grazie va ai miei traduttori, Nicola Rainò e David Hackston, per aver portato il libro alla luce.” – si legge nel post.

L’opera parla di Yiyun Li Bujar, il quale mondo sta crollando. Suo padre sta morendo e la sua terra natale, l’Albania, è piena di fame e disordini. Quando il suo impavido amico Agim viene scoperto indossando l’abito rosso di sua madre e picchiato con la cintura di suo padre, convince Bujar che non c’è posto per loro nel loro paese.

Alla disperata ricerca dell’opportunità di dare forma alle proprie vite, fuggono. Questo è l’inizio di un viaggio attraverso città, confini e identità, dai bazar di Tirana ai monumenti di Roma e ai drag bar di New York. È anche una ricerca attraverso lo spostamento di genere e persona sociale, per accettazione e amore.

Ma di fronte all’emarginazione in casa e ai soli mezzi precari di fuga e sopravvivenza, che possibilità hanno i giovani di forgiare una nuova vita? Inseguiti dai ricordi della casa e dagli echi delle storie popolari, rischiano di perdersi nella lotta per abbandonare il loro passato.

Pajtim Statovci

Pajtim Statovci, nato in Kosovo nel 1990, è cresciuto in Finlandia dove si è trasferito con la famiglia fuggita dalla guerra quando aveva due anni.

Il suo romanzo d’esordio, uscito nel 2014 e pubblicato in Italia con il titolo L’ultimo parallelo dell’anima, ha vinto il Premio Helsingin Sanomat.

Le transizioni, il suo secondo romanzo, tradotto in molte lingue, ha vinto il Toisinkoinen Literature Prize nel 2016 e nel 2018 gli è stato assegnato l’Helsinki Writer of the Year Award.

Nel 2019 è uscito il suo terzo romanzo, Bolla, a cui è stato conferito il prestigioso Finlandia Prize, che consacra l’autore come il più giovane vincitore di ogni tempo.

Per non perdere gli articoli di Albania News seguiteci su Google News

Discussione su questo articolo