Il visionario alato e la donna proibita

di Visar Zhiti

Il visionario alato e la donna proibita

Il titolo di un libro è sempre una sorta di manico attraverso cui quel libro si può afferrare o afferrare meglio. In questo caso la prima impressione che nasce dalla lettura de “ Il visionario alato e la donna proibita” (Rubettino) di Visar Zhiti è quella che deriva dall’aver attraversato le oltre trecento pagine di un libro denso e affascinante.

Un libro che poco a poco ti trascina nel gorgo delle “molte cose che mutano nella loro terribile immutabilità” (per usare le stesse parole di Zhiti). E che attraverso l’imprinting dell’immagine del “visionario alato” e della “donna proibita” hai l’impressione di afferrare meglio.

Leggi la recensione di Renato Minore

Acquista ora!

Presentazione del libro

Braccato senza sosta da ricordi dolorosi, Felix compie un viaggio tra i “rocciosi” confini dell’Europa alla ricerca della perduta Ema e del suo tragico amore.

Scritto in anni in cui l’Albania usciva vinta e mortificata da un regime totalitario, questo romanzo è il resoconto allucinato dell’inferno di un uomo travolto dalla storia, e di una donna vittima della dittatura.

Scavando nelle proprie piaghe con l’acume della paranoia, il protagonista compone un ritratto della patria e dei suoi figli feriti, smarriti nelle città europee, attratti dalle insegne al neon e dalla falsa promessa di un’irraggiungibile libertà.

Dettagli

Autore:
Genere: Narrativa
Editore: Rubbettino Editore
Anno di Pubblicazione: 2014
ASIN: 8849841396
ISBN: 8849841396
Acquista ora
cquista da Amazon Kindle
cquista da Amazon
Sign up for Updates
Condividi il libro nei social
Biografia dell'autore
Visar Zhiti

Visar Zhiti è uno dei maggiori scrittori albanesi e uno dei pochi a essere stati condannati dalla dittatura di Enver Hoxha a causa di un’opera poetica ritenuta "eccessivamente ermetica, triste e pertanto contraria ai canoni del realismo socialista”.

Dopo dieci anni di carcere e lavori forzati, caduta la dittatura, Zhiti ha avuto la possibilità di pubblicare tutte le sue opere, tra cui le poesie scritte di nascosto durante la prigionia. Oltre ad aver dato un altissimo e originale contributo al panorama letterario balcanico, i suoi racconti, i suoi romanzi come i suoi saggi hanno consolidato la libertà intellettuale e la vita democratica dell’Albania.

I suoi libri sono stati tradotti in molti Paesi (dagli USA alla Macedonia, dalla Romania all’Italia) ottenendo importanti riconoscimenti. Per Rubbettino è uscito il suo romanzo Il visionario alato e la donna proibita (2014) e Il funerale senza fine (2017)

Discussione su questo libro

Albania News su Facebook

Vuoi segnalarci novità o uscite editoriali degli autori albanesi o libri sull’Albania? Scrivici a [email protected]

Libri albanesi tradotti di recente

Libri recenti da autori italofoni

Libri recenti da autori italiani

Libri recenti da autori arbëreshë