Trattato di medicina in 19 racconti e 1/2

di Arben Dedja

Trattato di medicina in 19 racconti e 1/2
Introduzione di Giulio Mozzi. Autotraduzione dall’albanese: Arben Dedja

«… la scrittura di Dedja mentre suscita il riso imbarazza, mentre fa godere per la bellezza mette in vergogna, insomma provoca in chi legge reazioni contrastanti, contraddittorie, eppure dà alla fine, non posso negarlo, un intenso, sensuale piacere…»

(Giulio Mozzi dall'introduzione di "Trattato di Medicina in 19 racconti e 1/2")

Acquista ora!

Presentazione del libro

Avete presente Opere complete e altri racconti, il libro di Augusto Monterroso che contiene il famoso racconto Il dinosauro, considerato il più breve nella storia della letteratura, come giustamente evidenziato da Calvino?

Ebbene, nonostante il titolo (ma lo avrete già intuito…), Arben Dedja, in questa sua nuova opera in italiano, si è cimentato nella stessa operazione di… taglio. Nel suo Trattato di Medicina, suddiviso in 19 racconti e ½, non c’è traccia delle centinaia, per non dire migliaia, di pagine che conferiscono “peso” a ogni trattato che si rispetti. Tanto meno si parla di medicina.

Ci troviamo davanti a un libricino smilzo che mette il naso in faccende che ci riguardano: i retroscena della formazione universitaria dei futuri Ippocrate, la lotta dei medici per restare umani in una realtà ostile, le tragicommedie in scena nelle sale operatorie, i risvolti di una professione che è passione, missione e ossessione. Storie vere, surreali, paradossali.

Quelle che “a volte la realtà supera di gran lunga la fantasia”. Dosi massicce d’ironia, cinismo e poesia. Tinte nero-gotico e rosso-splatter.

La lettura è consigliata a un pubblico capace di restare appeso al filo della tensione nervosa. Con un’avvertenza: rispettare la posologia suggerita dal medico-scrittore. Commuoversi dolcemente, ridere amaramente.

Dettagli

Autore:
Genere: Racconti
Editore: Edizioni WhiteFly Press / Vague Edizioni
Anno di Pubblicazione: 2020
ASIN: 8898487096
ISBN: 8898487096
Acquista ora
cquista da Amazon
Condividi il libro nei social
Biografia dell'autore
Arben Dedja

Arben Dedja (Tirana, 1964) si è laureato in Medicina e Chirurgia nella sua città natale. Dopo la laurea ha lavorato per tre anni come medico condotto nel nordest del Paese. Nel 1994 si è specializzato in Chirurgia Generale presso l’Ospedale Universitario di Tirana dove ha poi lavorato in qualità di urologo.

Dal 1999 vive in Italia. Attualmente è ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Cardio-Toraco-Vascolari e Sanità Pubblica dell’Università degli Studi di Padova. Pubblica articoli scientifici nell’ambito della ricerca di base e traslazionale.

Nella sua vita parallela ha pubblicato in Albania tre libri di racconti, tre di poesie e otto di traduzioni (Poesie scelte da Umberto Saba, Miroslav Holub, Sylvia Plath, Emily Dickinson e Attilio Bertolucci; Tutte le poesie di Guido Cavalcanti; Songs of Innocence and of Experience di William Blake.

L’ultimo libro tradotto e pubblicato in Albania è La sinagoga degli iconoclasti di J. Rodolfo Wilcock). La sua seconda raccolta di racconti, Histori (e)skatologjike gli è valsa il Premio “Autore dell’Anno” alla Fiera del Libro di Tirana (2014).

In italiano ha auto-tradotto e pubblicato il suo primo libro di racconti Amputazioni prolungate  (Besa Editrice, 2014), due raccolte di poesie inedite in Albania, La manutenzione delle maschere (Kolibrís, 2010) e The vanishing twin (Besa Editrice, 2015), alcune auto-tradotte dall’albanese, altre scritte direttamente in italiano, Trattato di Medicina in 19 racconti e 1/2 (WhiteFly Press / VAGUE Edizioni, 2020)

Discussione su questo libro

Albania News su Facebook

Vuoi segnalarci novità o uscite editoriali degli autori albanesi o libri sull’Albania? Scrivici a info@albanianews.it

Libri albanesi tradotti di recente

Libri recenti da autori italofoni

Libri recenti da autori italiani

Libri recenti da autori arbëreshë

Pubblicità