La sete pietrificata

di Anton Nikë Berisha

La sete pietrificata

Presentazione del libro

“Nel suo cominciamento, Anton Nikë Berisha avrà certo avvertito la vertigine della pagina bianca. […] E quando si vince, come lui ha vinto facendo trionfare Eros su Thanatos, nessuna bandiera al vento, nessun grido di gioia inconsulta, nessun grido, nessun grido.

Unicamente, la consapevolezza di essere riuscito a narrare, in schegge di fiamma doloranti e in frammenti di vetro colorati la propria storia: la storia del suo doppio, Gjin Bardhela che è la Musset gli rassomiglia come un gemello e come un’ombra lo segue su lastricati pieni di croci, storia di nostalgie per le origini, di radici sopite ma non secche, di radici inumidite sotto il peso della terra Sulla barca dei naufraghi, è là che riprenderò la storia di Gjin, il dannato che ricreò la cosmogonia.

Una storia che Berisha ha scritto fra incubi violenti. Una storia che, dopo letta, appartiene a uno di quei romanzi che si finge di non aver mai avuto fra le mani per il desiderio di riaverlo.”

(Domenico Corradini H. Broussard)

Dettagli

Autore:
Genere: Narrativa
Editore: Pellegrini
Anno di Pubblicazione: 2013
ASIN: 8881019795
ISBN: 9788881019793
Acquista ora
cquista da Amazon
Condividi il libro nei social
Biografia dell'autore
Anton Nikë Berisha

Anton Nikë Berisha è nato il 7 agosto 1946 nel paese di Dobërdol, comune di Klina, in Kossovo.

Ha terminato gli studi superiori nel 1966 a Prishtina. Nel 1971 si è laureato in Letteratura albanese presso la Facoltà di Filosofia dell'Università di Prishtina, mentre nel l976 ha seguito gli studi post-universitari presso la Facoltà di Filosofia dell'Università di Zagabria ottenendo il titolo magistrale di Filologia.

Nella stessa Università nel l981 ha conseguito il dottorato di ricerca. Durante l'anno accademico l978-79 ha realizzato uno stage nell'allora Repubblica Federale Tedesca (Università di Göttingen) con la borsa di studio del DAAD, mentre negli anni l984-85 (Università di Göttingen) e 1992-93 (Università di Monaco di Baviera) ha ottenuto la borsa di studio Alexander von Humboldt -Stiftung.

Ha lavorato dal 1973 presso l'Istituto Albanologico di Prishtina, all'inizio come assistente e poi come collaboratore scientifico, alto collaboratore scientifico e consigliere scientifico. Nell'anno accademico 1992-1993 (due semestri) ha insegnato al Seminar für Allgemeine und Indogermanische Sprachwissenschaft, presso la Cattedra di Albanologia dell'Università di Monaco di Baviera.

Dal novembre 1993 lavora presso la Cattedra di Lingua e Letteratura Albanese - Dipartimento di Linguistica, Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università della Calabria, dove è docente di Letteratura albanese.

È membro del Sindacato Libero Scrittori Italiani. Ha pubblicato una serie di opere, studi letterari e monografie (su De Rada, Fishta, G. Schirò, E. Koliqi, M. Camaj. M. Krasniqi, D. Vetmo, A. Shkreli), romanzi (per adulti e bambini), volumi di materiali di narrativa, antologie dei poeti albanesi nonché lavori in altre lingue. Ha partecipato a molti incontri letterari e scientifici a carattere nazionale e internazionale.

Ha tradotto dal tedesco L'Epos di Gilgamesh" (Epi i Gilgameshit), Rilindja, Prishtina 1984, seconda e terza edizione Tirana 1990, 2008, ed il quinto canto del Canto dei Nibelunghi, mentre ha tradotto dall'ita- liano il poema di Domenico Corradini H. Broussard Laudario crociato (Lavdërimi i kryqëzuar), Faik Konica, Prishtina 2007.

Nel 1985 ha vinto il distintivo di dicembre del Kossovo per la letteratura per l'opera Testo poetico, nel 2004 l'onorificenza "Hivzi Sulejmani" per il romanzo Madre della Luce e il premio "Asdreni" per la traduzione dell'Epos di Gilgamesh (Korça 2009).

Anteprima

Discussione su questo libro

Albania News su Facebook

Vuoi segnalarci novità o uscite editoriali degli autori albanesi o libri sull’Albania? Scrivici a [email protected]

Libri albanesi tradotti di recente

Libri recenti da autori italofoni

Libri recenti da autori italiani

Libri recenti da autori arbëreshë