Muzungu. Diario in nero

di Gëzim Hajdari

Muzungu. Diario in nero

Presentazione del libro

«Ho perso il filo, la storia che volevo raccontarvi è un’altra»: quella annotata a margine degli appunti di un viaggio in Africa, una storia che va dritta all’origine – le sorgenti del Nilo bianco richiamano alla memoria del poeta/reporter la natale Darsìa – attraverso digressioni che straniano il paesaggio equatoriale su sfondi balcanici. Un viaggio fatto di incontri, voci, ‘miriadi di lingue’, omaggio di uno scrittore migrante alla biodiversità di un universo culturale minacciato di estinzione.

La struggente ferocia del continente nero dà luogo, in queste pagine, a una prosa che alterna la sintesi giornalistica all’evocazione del racconto orale per lasciare spazio, infine, a un respiro poetico profondo come per una lunga apnea:

«Non ho mai visto l’Occidente / così triste // come questa volta al mio ritorno / dall’Africa».

(Ugo Fracassa)

Dettagli

Autore:
Pertinenza: Bilingue
Genere: Poesie
Editore: Salento Books
Anno di Pubblicazione: 2006
ASIN: 8849703937
ISBN: 9788849703931
Acquista ora
cquista da Amazon
Condividi il libro nei social
Biografia dell'autore
Gëzim Hajdari

Gëzim Hajdari è considerato uno dei maggiori poeti albanesi contemporanei. È nato in una famiglia di ex proprietari terrieri, i cui beni sono stati confiscati durante la dittatura comunista di Enver Hoxha.

Ha studiato all’Università di Elbasan e alla Sapienza di Roma. In Albania ha svolto vari mestieri lavorando come operaio, guardia di campagna, magazziniere, ragioniere, operaio in un’azienda per la bonifica dei terreni, due anni come militare, insegnante di letteratura alle superiori dopo il crollo della dittatura; mentre in Italia ha lavorato come pulitore di stalle, zappatore, manovale, aiuto tipografo.

Nell’inverno del 1991, Hajdari è tra i fondatori del Partito Democratico e del Partito Repubblicano della città di Lushnje, partiti d’opposizione. È cofondatore del settimanale di opposizione “Ora e Fjalës”. Nel corso della sua intensa attività di esponente politico e di giornalista d’opposizione in Albania, ha denunciato pubblicamente e ripetutamente i crimini, gli abusi e le speculazioni della vecchia nomenclatura comunista di Enver Hoxha e dei recenti regimi corrotti post-comunisti.

È stato invitato a presentare la sua opera in vari paesi del mondo ma non in Albania, dove la sua opera viene ignorata volutamente dalla cultura di potere. Bilingue, scrive in albanese e in italiano. Ha scritto anche libri di viaggio e saggi, inoltre ha tradotto in albanese e in italiano vari autori.

È vincitore di numerosi premi letterari.

Ė presidente del Centro Internazionale Eugenio Montale. Dirige la collana di poesia “Erranza” per l’editore Ensemble di Roma. Le sue opere sono tradotte in varie lingue. Dal 1992 è esule in Italia.

Discussione su questo libro

Albania News su Facebook

Vuoi segnalarci novità o uscite editoriali degli autori albanesi o libri sull’Albania? Scrivici a info@albanianews.it

Libri albanesi tradotti di recente

Libri recenti da autori italofoni

Libri recenti da autori italiani

Libri recenti da autori arbëreshë

Pubblicità