Io che amo solo me

A cura di Ramona Parenzan e Marina Sorina

Io che amo solo me
Il mantra delle donne che ce l’hanno fatta a sfuggire dalle distorsioni che l’amore malato riserva. Ma è anche l’invocazione silente di quelle donne che da questa trappola emotiva ancora si devono liberare

“Io che amo solo me” è un libro collettivo che ospita esperienze di diverse donne. Racconta il rapporto doloroso, complesso, intricato e spesso anche patologico tra una donna e un uomo lota, ovvero un uomo narcisista, anaffettivo e manipolatorio.

A cura di Ramona Parenzan e Marina Sorina, questo progetto che ha trovato la collaborazione di molte altre autrici, vuole trasmettere un messaggio molto forte e chiaro e cioè stare in guardia, imparare a riconoscere le numerose maschere con cui gli uomini-narcisi si coprono per poterti ammagliare, e sapersi difendere prima che sia tardi.

Acquista ora!

Presentazione del libro

“Io che amo solo me” è il mantra delle donne che ce l’hanno fatta a sfuggire dalle distorsioni che l’amore malato riserva.

Ma è anche l’invocazione silente di quelle donne che da questa trappola emotiva ancora si devono liberare, quelle donne che subiscono, quelle donne che si mortificano, quelle donne che non si sentono abbastanza, che restano anche quando l’unica scelta accettabile sarebbe andar via.

Elemento di congiunzione di tutte le storie che animano questa antologia “terapeutica” che intervalla parole e immagini, utile guida comportamentale per le donne ma anche per qualche maschio intemperante, è la molteplicità scandita dall’intercultura, e il senso del viaggio che non sempre rappresenta un ritorno, anzi talvolta diventa salvifico proprio perché è in se stesso un congedo.

Le donne che si amano spesso tacciono eppure sanno parlare; sanno parlare d’amore, di vita condivisa, di tempo intimo, di forza e fragilità insieme, di colori e raffigurazioni, di luci e di ombre. Le donne che si amano sono quelle che all’improvviso, un giorno come tanti che però fa la differenza, interrompono il silenzio della solitudine e si ripetono a gran voce che la rinascita è finalmente reale.

Dettagli

Autori: ,
Genere: Narrativa
Editore: La strada per Babilonia
Anno di Pubblicazione: 2017
ASIN: 8894822060
ISBN: 8894822060
Acquista ora
cquista da Amazon
Sign up for Updates
Condividi il libro nei social
Biografia dell'autore
Amazona Hajdaraj

Amazona Hajdaraj nasce il 23 giugno del 1975 a Scutari, uno dei centri importanti della cultura albanese.

Nel 1992, un anno prima di terminare gli studi Magistrali in Albania, emigra in Italia. Termina gli studi in ragioneria ad Asti, e un anno dopo, un corso di qualifica come Tecnico Aziendale. Lavora nella consulenza del lavoro e studia Giurisprudenza all’Università di Torino.

Scrive poesie, racconti brevi in bilingue. Nel 2001 pubblica la prima raccolta di poesie in Albanese, e anni dopo altre opere collettanee con autori albanesi come "La poesia arte del linguaggio di Shkodër" volume 1 e 2; in Prosa ; "Il Respiro" con Autunno 2030. In italiano “Buongiorno Alda” selezioni di poesia premio Alda Merini. Prosa; “Lingua madre duemila e quindici” con Cara mamma e “Io che amo solo me” con La rosa Bianca. Partecipa a vari concorsi di poesia in Albania, Kosovo e Italia.

Nel 2015 vince il Premio “Torino film festival” con il racconto “Cara Mamma” al X Concorso Letterario Nazionale Lingua Madre. Sempre nel 2015 pubblica un libro di racconti brevi in bilingue (italiano e albanese) “Il volo”.

È una delle autrici dell’antologia Io che amo solo me pubblicato dalla casa editrice “La Strada per Babilonia”. Nel 2018 arriva con la prima parte del libro per bambini Le avventure di Fiori

Discussione su questo libro

Albania News su Facebook

Vuoi segnalarci novità o uscite editoriali degli autori albanesi o libri sull’Albania? Scrivici a [email protected]

Libri albanesi tradotti di recente

Libri recenti da autori italofoni

Libri recenti da autori italiani

Libri recenti da autori arbëreshë