Bugiardo Occidente

di Arbër Leba

Bugiardo Occidente

Presentazione del libro

Abbiamo la testa rivolta verso Occidente, penso, e la rivolgiamo dal punto più occidentale d’Europa, dall’angolo del primo Impero Coloniale della storia umana, penso mentre mi bacia; e da quel misero Occidente hanno preso la via del mondo, oltre il Capo di Buona Speranza, fino a Macao e a Goa, penso leccando il suo seno bronzeo e indiano.

Sei nuovo da queste parti, hai lasciato il paese per frequentare l’università. Il dormitorio ricavato in questo casermone sarà la tua casa. E hai un nuovo coinquilino. É difficile da inquadrate. Ha pelle bianca e liscia di vampiro, ignote abitudini notturne; sembra poter fare a meno di parlare, forse di dormire e mangiare. Diventerà la tua ossessione.

L’inquietudine scivola in Bugiardo Occidente già dal primo racconto, ma lo scarto tra realtà oggettiva e percepita si fa ancora più grottesco nel corso di una “tranquilla serata” a base di droghe e alcol scadente, sotto i portici di via Mascarella, dove ha inizio l’alluci nazione di una quiete cavalleresca. Oppure durante la prima autopsia di uno specializzando in Medicina, in cui, è presto evidente, l’oggetto d’indagine non è soltanto la causa di morte, ma anche la vita interiore del defunto. Ed è con la stessa attitudine a sorprendere, con scrittura volentieri ipertrofica, totalizzante, che un anno di studi a Lisbona può essere cronaca di un autodistruzione, svelamento dell’ipocrisia della “generazione Erasmus” in realtà fatta di emotività fragili e in crisi morale, incapaci alla lotta, intrappolate dentro alla “striscia di Moebius del capitalismo

Dettagli

Autore: Arbër Leba
Genere: Racconti
Editore: Castelvecchi Editore
Anno di pubblicazione: 2021
ASIN: 8832901978
ISBN: 9788832901979
Acquista ora
Acquista da Amazon

Discussione su questo libro

Libri pubblicati recentemente