Gjergj Fishta

Gjergj Fishta (23 ottobre 1871 – 30 dicembre 1940), frate francescano parte attiva della letteratura e della storia politica del Paese delle Aquile.

Fra le numerose pubblicazioni del padre Fishta sono importanti quelle poetiche ispirate in genere a leggende albanese e tendenti soprattutto a celebrare il sentimento nazionale. Oltre a un poema in trenta canti dal titolo Lahuta e Malcìs (Il liuto della montagna), egli ha scritto inni sacri, liriche varie e satire di carattere politico.” – scriveva il Corriere della Sera.

Il Gjergj Fishta politico

Rappresenta l’Albania al Congresso di Manastir per la redazione dell’alfabeto albanese. Prende parte attivamente nel movimento per l’indipendenza dell’Albania (dal 1910-1914) e la rappresenta alla Conferenza degli Ambasciatori a Londra, così come nel Congresso per la Pace di Parigi 1919.

Viene eletto deputato al parlamento dell’Albania indipendente e nel 1921 Vicepresidente del Parlamento. Come rappresentante dell’Albania partecipa alle Conferenze Interbalcaniche di Atene (autunno 1930),Istanbul (ottobre 1931) e Bucarest (1932).

L’interesse per la letteratura e per la politica non erano gli unici interessi di padre Gjergj Fishta. Si interessava molto anche di fisica, matematica, astronomia e altre scienza ancora. Leggeva le pubblicazioni di scienziati come J. A. Segner e quelle di Albert Einstein.

Il liuto della montagna

Albania News su Facebook

Vuoi segnalarci novità o uscite editoriali degli autori albanesi o libri sull’Albania? Scrivici a info@albanianews.it

Libri albanesi tradotti di recente

Libri recenti da autori italofoni

Libri recenti da autori italiani

Libri recenti da autori arbëreshë

Pubblicità